• Today is: domenica, Febbraio 28, 2021

Vergogna in casa di riposo, operatori senza protezioni e maltrattamenti verso gli anziani: arrestati titolari

maltrattamenti casa anaziani

Nessuna precauzione contro il Covid, nessun protocollo per evitare che la casa di riposo ‘I nonnini di Enza’ diventasse un focolaio di Coronavirus.

I titolari della struttura, arrestati e messi ai domiciliari per i maltrattamenti nei confronti degli anziani ospiti (che pagavano 800 euro al mese di retta) dovranno rispondere, oltre che del mancato rispetto delle prescrizioni dettate dalla normativa vigente in materia di prevenzione del rischio di contagio da Covid-19, anche degli specifici reati in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro poiché, come emerso nel corso delle indagini, i dipendenti della struttura assistenziale non facevano uso dei dispositivi individuali di protezione, pur entrando a contatto stretto in un luogo chiuso con soggetti anziani, particolarmente fragili.

Proprio per tale motivo è stato predisposto un piano di accertamenti mirati alla tutela degli anziani, che – in concomitanza con l’operazione di servizio – sono stati tutti sottoposti a tampone per scongiurare il pericolo della possibile insorgenze di pericolosi focolai.

Mariacarmela Fucci
Mariacarmela Fucci