• Today is: martedì, Settembre 22, 2020

San Felice a Cancello, conferenza stampa del sindaco Ferrara in attesa del Consiglio comunale

San Felice a Cancello, conferenza stampa del sindaco Ferrara in attesa del Consiglio comunale

E’ attesa con ansia la seduta consiliare del comune di San Felice a Cancello di questo tardo pomeriggio. Alle ore 19 si terrà il Consiglio comunale in cui come primo punto all’ordine del giorno, c’è la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco, Giovanni Ferrara, presentata dai consiglieri del Movimento 5 Stelle, si voterà per alzata di mano.

Ferrara nel primo pomeriggio di questo venerdì ha tenuto una conferenza stampa per spiegare cosa sta accadendo. Assumendosi le colpe per lo stato in cui versa il Comune di San Felice a Cancello e per le innumerevoli difficoltà che i cittadini si trovano a dover vivere, ha rassicurato tutti, spiegando che la mozione non raggiungerà la maggioranza e che la sua amministrazione continuerà a lavorare: Alle 19 si terrà il Consiglio comunale dove c’è il punto all’ordine del giorno della sfiducia al sindaco, questa conferenza stampa vuole essere un anticipo. La sfiducia non passerà e non sarà riproposta, da parte mia non è un mea culpa, sicuramente ci sono stati tanti errori”.

I consiglieri del M5S hanno così motivato la richiesta della sfiducia nei confronti del sindaco: “L’operato del sindaco Giovanni Ferrara, in questi mesi sei mesi, si è caratterizzato per gravi inadempienze ai più elementari dettami di correttezza e buona gestione politico-amministrativa, oltre che per gravi inadempienze “, argomentando poi una serie di altri punti specifici.

Ferrara, durante la conferenza, ha spiegato che con la Giunta e con i leader del centrodestra locale hanno dibattuto per creare un piano valido per San Felice a Cancello e i suoi cittadini. Scusandosi per gli errori commessi, dovuti come ha spiegato, a una mancanza di confronto, rivolgendosi ai cittadini ha chiesto un’altra possibilità: “Abbiamo fatto un passo indietro, pensando ai cittadini, abbiamo parlato di San Felice a Cancello, arrivando alla decisione che non si può permettere un ennesimo commissariamento, considerato quanto già abbiamo vissuto. Noi abbiamo deciso di chiedere un’altra possibilità. Vogliamo ripartire e dare immagine diversa, quello di cui San Felice a Cancello ha bisogno, non può perdere altri treni”.

Si è poi focalizzato sulla fase di ricrescita che il comune nel Casertano deve iniziare a vivere: “Abbiamo in mente una serie di punti su cui far partire il nostro piano per San Felice a Cancello. A un certo punto, anche per mia colpa, non siamo più stati in grado di dialogare tra di noi, io credo che dialogo e scontro potrà solo farci crescere. Approfitto di questo momento di difficoltà per ringraziare tutti i consiglieri presenti e quelli del Movimento 5 Stelle”.  Ultimo saluto, questo, che è apparso quasi come una tesa di mano per iniziare a cooperare tutti assieme per la rinascita di San Felice a Cancello.

La conferenza stampa integrale ripresa dai colleghi di E’ Caserta

Alessandro Fucci
Alessandro Fucci