• Today is: domenica, Maggio 9, 2021

Riaperture in Italia, per il Cts: “E’ un azzardo, si rischia una quarta ondata non controllabile”

Riaperture in Italia, per il Cts: "E' un azzardo, si rischia una quarta ondata non controllabile"

Nel giorno in cui la maggior parte delle regioni italiane diventa gialla e il Paese si appresta a muovere i primi passi verso un ritorno alla normalità, arriva l’allarme del Cts. Con l’aumento di Rt a 1,1, l’epidemia “potrebbe non essere facilmente controllabile senza ulteriori restrizioni, soprattutto in caso di riaperture precoci (entro aprile)”: se salisse a 1,25 rischiamo la “quarta ondata” che “richiederebbe misure importanti per evitare un altissimo numero di morti in breve tempo”.

Sono le raccomandazioni che, come riporta il Fatto quotidiano, ha fatto nei giorni scorsi al Cts l’epidemiologo matematico della Fondazione Bruno Kessler Stefano Merler. Secondo Merler “riaperture precoci, entro aprile” anche se Rt resta pari a 1 (l’ultimo dato, diffuso venerdì ma risalente al 7 aprile, dice 0,81), possono portare a un “costante ma alto numero di morti giornaliere”. Questo sarebbe invece “estremamente ridotto con riaperture a valle di un marcato calo dell’incidenza (es. riaperture graduali a partire da inizio-metà maggio, mantenendo Rt<1)”.

Alla luce di queste considerazioni, quella del governo “è stata una decisione politica, certamente legittima, ma è un azzardo. Rischiamo di dover richiudere tra un mese” dicono, con diversi accenti, alcuni membri del Cts al quotidiano.

Tag:
Sveva Scalvenzi
Sveva Scalvenzi

Redattrice, giornalista pubblicista e curatrice delle sezioni “Cultura” e “Spettacolo”.