• Today is: sabato, Dicembre 5, 2020

Renzi prepara lo sfratto a Conte: “E’ un populista”

Renzi pronto a uscire dal governo

Il decreto e’ tecnicamente sbagliato perche’ non poggia su dati scientifici, ma sulle ansie di alcuni ministri preoccupati. E’ un decreto che non riduce il numero dei contagiati, ma aumenta il numero dei disoccupati. Fomenta le tensioni sociali di un Paese diviso tra garantiti e non e crea un doppio binario sui ristori economicamente insostenibile nel medio periodo. L’utilita’ del dpcm dal punto di vista sanitario e’ tutta da dimostrare, mentre e’ certo sia dannoso a livello economico e sociale”. Cosi’ Matteo Renzi su ‘La Repubblica’, dove aggiunge che per esempio “preoccuparsi dei cinema e dei teatri senza aver fatto funzionare trasporti e tamponi e’ umiliante”. Non e’ il momento di dividersi, “ma per unirsi bisogna spiegare le scelte che si fanno. Vedo molti consulenti del ministero in tv, spero rimanga loro il tempo di studiare le carte”. “Auspico che non si arrivi al lockdown – aggiunge – ma e’ piu’ comprensibile un lockdown serio e spiegato bene come ha fatto Macron ieri sera che non procedere con decreti continui come fosse una telenovela. Facciamo un piano serio, anche duro se serve, ma un piano strategico da qui a sei mesi. Non decreti a getto continuo che scadono dopo sei giorni”. “Il virus e’ forte, ma non giriamoci intorno. Lei parla di due Paesi che comunque tengono aperte le scuole – rileva – la ripartenza della scuola da noi e’ fallita perche’ abbiamo pensato ai banchi a rotelle e non ad avere un punto medico in ogni istituto. Perche’ abbiamo esasperato i professori con regole burocratiche, ma non abbiamo fatto funzionare i trasporti”. Alle accuse di Conte sui ‘giochini politici’, Renzi risponde: “Questo modo sbrigativo di rispondere alle critiche mi sembra piu’ adatto a un populista che a un premier.

Che vuol dire giochini politici? Vorrei ricordare che senza i miei giochini politici di un anno fa oggi Conte farebbe il professore all’universita’ di Firenze e in queste ore si occuperebbe di come funziona la didattica online da Novoli, non di Dpcm. Io faccio politica, non giochini. E suggerisco al premier di farsi aiutare dalla sua maggioranza anziche’ considerarsi depositario della verita’. Vogliamo dare una mano, ma fare politica per noi non e’ una parolaccia, non siamo populisti noi”. Poi, sul segretario del Pd Renzi dice che “Zingaretti pone un tema giusto quando parla del Mes: avessimo chiesto il Mes quattro mesi fa avremmo oggi meno persone in coda per un tampone e piu’ controlli nelle scuole e nelle Rsa. Continuare a dire no al Mes e’ masochismo, non ideologia. E sinceramente non capisco la sponda che Gualtieri sta dando ai 5 stelle su questo”.

Tag:, ,
Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.