• Today is: giovedì, Settembre 24, 2020

Referendum, la Rai oscura i No. La protesta

La Rai lancia quattro raccolte solidali: "Rispondere in modo diretto alle difficoltà del Paese"

“Mentre Di Maio, i 5 stelle, ora anche Zingaretti hanno ampio spazio sulla tv pubblica per ribadire in ogni spazio il loro Sì al Referendum per la riduzione del numero dei parlamentari, la Rai censura totalmente le tante personalità del mondo della politica, della cultura, del giornalismo che si sono schierate per il No”. E’ quanto scrive su Facebook il deputato Di Italia Viva e segretario della commissione Di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

“La lista è lunga – prosegue Anzaldi – ne cito solo alcune: Romano Prodi, Arturo Parisi, Paolo Mieli, Giorgio Gori, Maurizio Molinari, Pierluigi Castagnetti, Anna Finocchiaro, Rosy Bindi, Luciana Castellina, Emanuele Macaluso, Massimo Giannini, Carlo Cottarelli, Luciano Canfora, Massimo Cacciari, Alberto Asor Rosa, Mattia Santori e i leader del movimento delle Sardine, Silvia Costa, Giuseppe Fioroni, Federico Pizzarotti, Claudio Fava, Gianni Cuperlo, Angelo Panebianco, Luca Bizzarri, Sergio Staino, Paolo Virzì. Li avete visti in qualche trasmissione Rai a spiegare le loro ragioni per il No? Nessuno li ha invitati.

Se i cittadini hanno potuto informarsi finora sulle argomentazioni Di chi sostiene il No è stato solo grazie ai giornali, perché l’informazione Rai risulta totalmente inesistente, a dieci giorni dal voto. Forse qualcuno ha paura che, se si spiegano davvero le ragioni dietro a questo inutile Referendum, il No conquisti ancora più consenso, dopo aver raddoppiato le percentuali nelle ultime settimane?”.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.