• Today is: domenica, Ottobre 25, 2020

Presi gli aggressori di Gaetano, il 21enne che ha perso due gambe in un agguato

Sono stati fermati i presunti autori dell’agguato che lo scorso 20 settembre ha ridotto in fin di vita Gaetano Barbuto Farraiuolo, 21enne di Sant’Antimo (Napoli), obbligando i medici, per salvargli la vita, ad amputargli le gambe.

Nelle scorse ore i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Giugliano in Campania hanno dato esecuzione ad un decreto di fermo del Pubblico Ministero nei confronti di tre persone, rispettivamente di 28, 26 e 19 anni, residenti a Sant’Antimo e Grumo Nevano, ritenute gravemente indiziate dei delitti di tentato omicidio e detenzione e porto illegale di arma comune da sparo. Si tratta di Antonio Sgamato, 26enne di Sant’Antimo, Raffaele Chiacchio, 19enne di Grumo Nevano, e Antimo Belardo, 28enne di Sant’Antimo.

Il provvedimento restrittivo è stato adottato nell’ambito di un’attività d’indagine delegata ai Carabinieri in seguito all’efferato fatto di sangue avvenuto, in Sant’Antimo, lo scorso 20 settembre nel corso del quale venne gravemente ferito un giovane che, per le lesioni riportate, subì anche l’amputazione di entrambi gli arti inferiori.

Domenica 20 settembre, alle 23:30 circa Gaetano è stato aggredito in Viale Europa dopo essere sceso dalla propria auto in compagnia di un amico. Nel corso della colluttazione il giovane è stato colpito al capo, più volte, con il calcio di una pistola calibro 9 dalla quale poi venivano esplosi colpi di arma da fuoco che hanno raggiunto la vittima alle gambe e alla zona inguinale. Ferito gravemente, è stato lasciato in fin di vita riverso sulla strada.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.