• Today is: venerdì, Gennaio 22, 2021

Poliziotto si uccide: aveva sostato su area disabili finendo sulla gogna social

Non ha resistito alla gogna social. Per questo all’alba un agente della polizia locale si è suicidato. La tragedia si è consumata a Palazzolo, nel Bresciano, in in via Torre del Popolo verso le 5.45 di stamane. L’uomo di 43 anni si è sparato con la pistola d’ordinanza. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Chiari, ai quali è affidata l’indagine, oltre al personale sanitario in ambulanza che non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

Un suicidio che stando alle prime indiscrezioni sarebbe stato causato da una recente gogna mediatica alla quale è stata costretta la vittima. L’incubo era cominciato quando l’agente aveva parcheggiato l’automobile di servizio in un posteggio per disabili nei pressi di una sede universitaria a Brescia. Dopo questa infrazione l’uomo è finito al centro di furiose polemiche.

L’uomo si era prontamente scusato nonché automultato per cercare di rimediare al suo sbaglio, ma al giorno d’oggi i processi si fanno sui social e spesso non è previsto appello. L’uomo non avrebbe retto alla vergogna e ai pesanti insulti.

Al momento le indagini sono ancora in corso per accertare la presenza di qualche biglietto lasciato dalla vittima e se l’estremo gesto fosse effettivamente collegato alla polemica scoppiata sui social.

 

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.