• Today is: venerdì, Agosto 7, 2020

Pensionato uccide la moglie con un tagliacarte: l’uomo soffriva di problemi psichici

I carabinieri del Comando Provinciale di Roma, in collaborazione con i comandi dell'Arma territorialmente competenti e della Guadia Civil spagnola, stanno dando esecuzione ad un'ordinanza che dispone misure cautelari nei confronti di 33 persone, emessa dal gip della Capitale nei confronti di due diverse associazioni, una vicina alla 'Ndrangheta e una vicina alla Camorra, interconnesse dalla mutua assistenza nello specifico settore del narcotraffico. Gli arresti, nell'ambito dell'operazione "Akhua", sono eseguiti nelle province di Roma, Napoli, Cagliari, Oristano, Reggio Calabria e Varese, ma anche in Spagna. Sempre questa mattina i militari, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia del procuratore facente funzioni Michele Prestipino, stanno eseguendo un sequestro preventivo di beni per un valore complessivo di circa 1 milione di euro.

Un uomo di 67 anni ha ucciso la moglie utilizzando un tagliacarte e poi si è costituito dai carabinieri.

Il femminicidio è accaduto stamattina a Niscemi ad 80 chilometri da Caltanissetta. Un pensionato di 67 anni, ex venditore ambulante, ha ucciso la moglie, una casalinga di 66 anni, utilizzando un tagliacarte. Dopo l’omicidio l’uomo si è poi recato dai Carabinieri per costituirsi. I militari si sono subito recati a casa dei due coniugi dove hanno trovato il cadavere della donna. L’uomo si trova in questo momento in stato di fermo nella caserma dei Carabinieri, a disposizione del sostituto procuratore di Gela.

Il pensionato, a quanto si apprende, negli ultimi tempi si trovava in condizioni psicologiche difficili. La settimana scorsa, come riportato dal quotidiano “La Sicilia”, era stato sottoposto al trattamento sanitario obbligatorio.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.