• Today is: sabato, Gennaio 16, 2021

Omicidio Luca Sacchi, svolta dei messaggi vocali, il ragazzo non sapeva dell’incontro per la droga

Sono uscite alcune conversazioni via messaggio dai telefoni di Valerio Del Grosso e Paolo Pirino. Messaggi, pubblicati da Leggo, che non lascerebbero spazio ai dubbi. Quella sera Luca Sacchi non sapeva dell’incontro per l’acquisto di droga, mentre i suoi amici probabilmente sarebbero stati attirati in una trappola.

“A quattro e due glieli stiamo a levà tutti. Ha detto che non se pija a sto prezzo perché fa schifo, Vale già stiamo a fa le cose strane che iene hai fatta vede una e ne porti n’altra ancora, nun poi fa cose, lui è svegli, c’ ha i soldi pe poté prende ste cose. Me spieghi a quanto gliela hai messa e quanto se la deve prende ste cose”, questo uno dei messaggi a disposizione della Procura di Roma.

Una conversazione che chiaramente apre un nuovo scenario in cui sarebbe nato l’omicidio. Potrebbe esserci un accordo tra Del Grosso e Rispoli per truffare Giovanni Princi e Aastasiya Kyleminik su un acquisto di droga. In quell’incontro il povero Luca Sacchi è stato ucciso, ignorando quello che stava accadendo tra la fidanzata, l’amico e i colpevoli del suo omicidio. Il prossimo 31 marzo si terrà il processo davanti alla prima corte d’Assiste che vedrà alla sbarra oltre i colpevoli dell’omicidio del personal trainer, anche Giovanni Princi, Marcello de Propris con il padre Armando e Anastasiya Kylemnik.

Alessandro Fucci
Alessandro Fucci