• Today is: lunedì, Aprile 19, 2021

Omicidio Fortuna, marito ai domiciliari dopo due anni: pm chiedono altra condanna

Istanza della Procura di Napoli alla Corte di Appello per chiedere la riforma della sentenza di primo grado che ha condannato, con rito abbreviato, a 10 anni di reclusione Vincenzo Lopresto, 43 anni, per l’omicidio della moglie Fortuna Bellisario, 36 anni, avvenuto a Napoli nel marzo del 2019.

I pm partenopei chiedono che l’uomo venga ritenuto colpevole di omicidio doloso e non di omicidio preterintezionale. L’uomo nelle scorse settimane, dopo due anni di carcere, ha ottenuto gli arresti domiciliari perché a causa di problemi di deambulazione è costretto a stare su una sedia a rotelle.

La decisione ha provocato indignazione e sgomento tra i familiari di Fortuna e nell’opinione pubblica. Lopresto si trova ora nell’abitazione della madre nel Rione Sanità. La coppia viveva in un appartamento nel parco La Quadra in via Mianella a Miano, periferia a nord di Napoli, insieme alla madre di lui e ai tre figli piccoli.

Fortuna venne uccisa di botte dal marito. Quest’ultimo sospettava che volesse lasciarlo perché aveva un altro uomo.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.