• Today is: venerdì, Aprile 23, 2021

Napoli, è guerra a Ponticelli: agguati, omicidi e bombe, camorra scatenata

Esce dal ristorante, investito e ucciso da un'auto: Antonio Maggio muore a 64 anni

E’ guerra a Napoli est. Nel quartiere di Ponticelli ancora un agguato di camorra avvenuto nel primo pomeriggio di oggi. Verso le 16 i carabinieri della compagnia di Napoli Poggioreale – allertati dal 112 – sono intervenuti presso il pronto soccorso Villa Betania di via Argine per persona colpita da colpi d’arma da fuoco. L’uomo – ferito al torace – è un 47enne pregiudicato. Si chiama Ciro Cotugno e non è in pericolo di vita. Un agguato che avviene dopo la bomba di questa mattina e dopo il duplice agguato di domenica (con la morte del 30enne Giulio Fiorentino e il ferimento di Vincenzo Di Costanzo, di 24 anni).

Nella notte, alle 3.30, un boato ha scosso il quartiere napoletano. Come se fosse una guerra, ma in parte lo è, qualcuno ha deciso di piazzare una bomba artigianale in via Luigi Crisonio, nel cuore del centro storico di Ponticelli a Napoli, quartiere orientale di Napoli. La deflagrazione ha distrutto autovetture in sosta, distrutto vetri dei palazzi, crepe negli edifi e cassonetti della spazzatura in fiamme. Terrore tra i residenti: in decine sono scesi per strada terrorizzati. Vigili del Fuoco, polizia e forze dell’ordine hanno presidiato la zona e soccorsi i presenti. Un miracolo che non ci siano presenti. È un atto intimidatorio della camorra. Nella zona abita un esponente di spicco del clan De Micco. Solo domenica ci sono stati un morto e un ferito poco distante, in risposta ad un altro agguato della settimana prima.

 

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.