• Today is: sabato, Settembre 19, 2020

Morte Willy Monteiro, il racconto della sorella: “Quella sera lo chiamavo, forse era già morto”

Morte Willy Monteiro, il racconto della sorella: "Quella sera lo chiamavo, forse era già morto"

La chiamata intorno alle 3 del mattino, perché “tornava al massimo alle due e mezza“, ma “il telefono squillava, Willy non rispondeva”. Non poteva perché – secondo la ricostruzione degli inquirenti – forse era incosciente a terra, forse già morto, sotto i colpi del violento pestaggio.

A raccontarlo a Repubblica è Milena, la sorella di Willy Monteiro Duarte, il 21enne ucciso nella notte tra sabato e domenica a Colleferro, in provincia di Roma.”Willy era un ragazzo preciso. Non ha mai dato problemi alla famiglia e, quando usciva, tornava sempre per le due e mezza al massimo. Sabato mi sono accorta che a quell’ora non era ancora rientrato. Non era nel suo letto e mi sono cominciata ad agitare. Non so neanche io perché, era comunque sabato e ci stava che tardasse. Anche se, dovendosi alzare la mattina per andare a lavorare, non sgarrava quasi mai. Ho resistito un po’ rigirandomi nel letto e poi sono andata dai miei genitori e lo abbiamo chiamato. Credo che saranno state le tre. Il telefono squillava, Willy non rispondeva”, ha raccontato la giovane.

Un ricordo che oggi si unisce alla disperazione che Milena sta provando con la sua famiglia. Sabato si terranno i funerali di Willy e potranno dire addio a quel ragazzo dal sorriso pieno di vita.

Mariacarmela Fucci
Mariacarmela Fucci