• Today is: venerdì, Aprile 23, 2021

Moglie sgozzata da killer a pagamento, la difesa: “Volevo solo spaventarla”

Omicidio Ilenia Fabbri, c'è la svolta: arrestati ex marito e conoscente. Uccisa per motivi economici

Aveva dato indicazione solo di spaventarla. E’ quanto riferito nel corso dell’interrogatorio di garanzia da Claudio Nanni, 54 anni, marito di Ilenia Fabbri, la 46enne sgozzata in casa nella notte del 6 febbraio scorso a Faenza. L’uomo aveva incaricato Pierluigi Barbieri solo di far paura alla moglie, rea di continuare a chiedergli soldi.

Nanni ha poi precisato di aver dato circa 2mila euro a Barbieri, soprannominato “lo Zingaro”, per assolvere al suo compito. Il marito è accusato di essere il mandante dell’omicidio confessato in mattinata da Barbieri, 53enne residente a Reggio Emilia. I due sono stati arrestati il 3 marzo con l’accusa di omicidio pluriaggravato in concorso. Nanni ha poi ammesso di aver dato la copia della chiave di casa dell’oramai ex moglie Ilenia Fabbri a Barbieri.

Lo Zingaro ha ammesso che il suo compito era invece quello di uccidere Ilenia: “Dovevo strangolarla o buttarla giù dalle scale”. Barbieri ha precisato che gli era stato chiesto di non uscire dalla casa, senza avere prima ucciso la 46enne, per poi simulare un furto finito in tragedia. La donna aveva però opposto una strenua resistenza, difendendosi dall’aggressione del sicario che alla fine l’ha accoltellata alla gola. Il killer di Ilenia era potuto entrare indisturbato nell’appartamento di via Corbara grazie ad una copia delle chiavi di casa, sorprendendo la donna nella sua stanza da letto. Un omicidio su commessione in cambio di 20mila euro e un’automobile, stando sempre alle dichiarazioni di Barbieri nel corso dell’interrogatorio.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.