• Today is: sabato, Agosto 15, 2020

Minacce sui social: la ministra Azzolina è sotto scorta

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina è sotto scorta per le minacce subite in queste settimane.

Dopo il viceministro per la Salute Pierpaolo Sileri anche la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina finisce sotto scorta a causa del clima d’odio che si è scatenato nel paese nelle ultime settimane dell’emergenza Coronavirus. Lucia Azzolina è protetta costantemente da tre militari della Guardia di Finanza. La decisione è stata presa dopo gli insulti, anche sessisti, e le numerose minacce ricevute dall’Azzolina in queste settimane, anche sui social. La ministra è finita nell’occhio del ciclone sia per la chiusura prolungata delle scuole che per i concorsi a cattedra, straordinario e ordinario, che stanno subendo diverse modifiche e rallentamenti attraverso l’iter parlamentare.

Levata di scudi di tutto il Movimento 5 Stelle che difende l’operato della Ministra. Anche il capo politico del Movimento Vito Crimi è intervenuto sulla vicenda in una nota: “Sulla scuola si è venuto a creare un clima intollerabile, che poteva e doveva essere evitato. Al ministro Azzolina proprio in questi giorni è stato deciso di assegnare la scorta e a lei va tutta la solidarietà e vicinanza mia e del Movimento 5 Stelle. Agli attacchi e provocazioni strumentali nei suoi confronti, recentemente si sono aggiunti inaccettabili insulti sessisti e minacce, anche da parte di presunti insegnanti. Lucia Azzolina è un ministro competente e coraggioso, andiamo avanti insieme a testa alta nel percorso di cambiamento e di sostegno alla scuola italiana”.

Questa mattina è stata resa nota anche la notizia della scorta ad Attilio Fontana. Il governatore della Regione Lombardia, anche lui vittime di minacce ed insulti per la sua gestione dell’emergenza Covid nella regione, è sotto scorta da tre giorni.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.