• Today is: venerdì, Aprile 16, 2021

Mes, in 6 votano contro la maggioranza

Sei deputati M5s votano contro alla risoluzione di maggioranza presentata dopo le comunicazioni del premier Giuseppe Conte in vista del Consiglio europeo: si tratta di Andrea Colletti, Fabio Berardini, Francesco Forciniti, Pino Cabras, Alvise Maniero, Mara Lapia. Lo hanno annunciato prendendo la parola in aula in dissenso dal proprio gruppo. “I congiurati non sono quelli che pubblicamente prendono posizione ma sono i commensali, quelli che siedono al tavolo ed è per questo che non posso darle voto favorevole”, ha detto Colletti rivolgendosi a Conte. Anche Berardini sostiene che il voto contro alla risoluzione di maggioranza non sia un voto contro il premier: “Questa cosa è falsa perché stiamo solamente dando un indirizzo politico al premier.

Il voto contro la riforma peggiorativa del Mes come è stato sostenuto anche da Di Maio che ci dovrebbe spiegare perché vogliono tradire gli elettori M5s”. “Nutro profonda stima verso Conte ma questo – ha detto Forciniti – non mi impedisce di pensare che la riforma sia sbagliata e pericolosa per l’Italia e l’Europa. Riformare questo trattato è un errore storico politico strategico. Il mio è un voto di natura tecnica non è un voto politico su Conte”. Secondo Cabras “non si può votare sì usando la vaga promessa che poi si voterà no. Gli elettori hanno riempito grandi porzioni di queste aule con noi perché avevamo promesso di dire no all’austerity e al Mes. Disattendere la spinta popolare è un errore di portata storica. Ci hanno chiesto di smantellarlo non di peggiorarlo”. Anche Maniero ha annunciato il voto contrario alla “sbagliata” risoluzione “perché sovverte l’indirizzo forte che per un anno e mezzo questo Parlamento ha garantito a Conte. Si tratta di una riforma che danneggia l’Italia”. Lapia ha descritto il suo voto contrario come un “voto di coerenza col programma elettorale M5s, un tradimento verso gli elettori e quanto promesso nelle piazze, non ci è stato dialogo con noi, qui dentro e con i nostri attivisti, volevamo smantellare il Mes, invece siamo qui e lo abbiamo anche peggiorato. Stiamo portando qui dentro una bomba a orologeria. Non sfiduciamo Conte ma portiamo avanti il nostro programma elettorale”

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.