• Today is: venerdì, Agosto 7, 2020

Lungomare troppo affollato, Ascierto: “Il rischio resta elevato”

E’ un rompete le righe prematuro. Il rischio resta ancora elevato“. E’ questo il monito lanciato dall’oncologo Paolo Ascierto dopo il weekend soleggiato che ha visto tanti napoletani riversarsi sul lungomare.

La fase 2 delle misure adottate dal governo per combattere il Coronavirus  stata erroneamente interpretata da molti italiani come un “liberi tutti” e le grandi città si sono riempite sopratutto nel weekend. Anche a Napoli tante persone si sono riversate sul lungomare e anche se la maggioranza delle persone indossava la mascherina non sono mancati comportamenti vietati o alcuni assembramenti.

Sull’argomento è intervenuto l’oncologo Ascierto intervistato da La Repubblica. Il professor Ascierto, ormai famoso in tutto il mondo per la cura contro il Coronavirus sperimentata proprio a Napoli usando il tocilizumab, avverte: “Le immagini della folla sul lungomare non mi sono piaciute. Bisogna capire che il virus è ancora presente tra di noi e il rischio è ancora alto. È un rompete le righe prematuro. In un momento in cui si sta decidendo di ripartire con delle attività, di farlo in sicurezza per limitare i rischi, c’è bisogno di senso di responsabilità da parte di tutti quanti. Ci sono attività che restano chiuse perché c’è ancora il pericolo e non va bene vedere le persone che vanno in mezzo alla strada, semplicemente perché desiderano uscire da casa dopo il confinamento”.

“Bisogna avere rispetto- continua il professore- di chi dovrà riprendere a breve in sicurezza e con tutte le accortezze. Il rischio è ancora elevato, il virus circola tra di noi. Se c’è qualcuno che pensa che il Covid abbia perso la sua virulenza, deve sapere che non c’è alcun elemento scientifico che lo sostiene”.

 

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.