• Today is: sabato, Gennaio 16, 2021

L’ideona di Calenda: un governo Zaia-Bonaccini

Sono i ministri che si devono occupare del piano sul Recovery Fund. Se non sono in grado si cambiano i ministri non si crea una struttura parallela. Mi sembra un governo inadeguato nel suo complesso: nessun ministro ha mai amministrato o gestito qualcosa. Non parlo di manager, parlo di buoni amministratori, come Zaia e Bonaccini. Con loro sarebbe un governo piu’ efficiente”. Cosi’ il leader di Azione Carlo Calenda a ‘The Breakfast Club’ su Radio Capital. “Se uno fa una norma e poi il giorno dopo cambia completamente direzione, forse non sei la persona adatta per prendere decisioni. Gli assembramenti? Era normale che sarebbe accaduto, la gente e’ imprudente ma non ha fatto nulla che non fosse permesso. E’ girata una bozza sul piano per l’utilizzo dei recovery fund, c’e’ il vuoto assoluto sui giovani ci sono 7 righe. Non abbiamo un piano”. E su Renzi Calenda dice a Radio Capital: “Si puo’ decidere di staccare la spina o andare avanti con il governo, ma bisogna sapere in che direzione andare. Non e’ chiaro cosa vuole Renzi. Parlare di rimpasti di governo e’ squallido: fare tutto questo casino per cambiare due ministri. In questo paese lo stato ha smesso di funzionare, a causa di trent’anni di politica fatta solo di urla e insulti. Un’idea e’ un governo di pacificazione nazionale guidato da Draghi. Se questo governo nascesse oggi sarebbe in grado di amministrare il Recovery Fund e gestire la crisi molto meglio di come si sta facendo in questo momento”.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.