• Today is: martedì, Novembre 24, 2020

Le regioni ‘zone rosse’ salgono a otto in Italia: “Da mercoledì anche l’Abruzzo”

Covid, il ministro Speranza lancia appello ai giovani: "Situazione seria, fate attenzione per i genitori e i nonni"

A partire da mercoledì 18 novembre l’Abruzzo sarà zona rossa. Ad annunciarlo, in attesa dell’ufficialità da parte del ministro della Salute Roberto Speranza, è stato il presidente della Regione Marco Marsilio, nel corso della visita all’ospedale ‘San Raffaele’ di Sulmona.

“Abbiamo assunto la decisione di firmare un’ordinanza che applica alla Regione Abruzzo la disciplina contenuta nell’articolo 3 del Dpcm e cioè quella delle cosiddette zone rosse e non di più” ha detto Marsilio. Con l’entrata in zona rossa non vi sarà la chiusura completa delle scuole, in linea con quanto già previsto dal Dpcm: resteranno aperte scuole dell’infanzia, elementari e primo anni di medie.

Sulla scuola Marsilio ha spiegato che c’è stata “una discussione molto ampia” e che alla fine “siamo tutti d’accordo nella Giunta e nella maggioranza, di non poter accogliere, neanche volendo farlo, la richiesta da parte del Gruppo Tecnico Scientifico di chiudere le scuole di ogni ordine e grado”. Il motivo, secondo il governatore di Fratelli d’Italia, è che “l’attuale disciplina di legge non consentirebbe alle famiglie di affrontare questo problema. Tenendo aperte le attività economiche e non avendo congedi parentali o bonus baby sitter, il peso che graverebbe sulle famiglie sarebbe insostenibile. Per questo, riteniamo che sia stato sufficiente un atto di responsabilità, applicando il principio di dichiarare, da mercoledì, l’Abruzzo Zona rossa”.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.