• Today is: lunedì, Novembre 30, 2020

L’allarme di Zaia: “Sta vincendo il virus”

Si e’ perso lo spirito della sfida comune, quello che ha segnato l’emergenza di marzo e aprile. Sul fronte ospedaliero stiamo tenendo, almeno in Veneto. E’ sul piano sociale che la situazione mi preoccupa, perche’ e’ li’ che si consuma la vera battaglia”. Per il governatore del Veneto Luca Zaia, intervistato da Repubblica, “e’ cambiato tutto rispetto alla prima ondata di primavera: il Covid non sembra piu’ un problema della comunita’, ma del singolo che viene contagiato, del paziente che finisce ricoverato. Siamo passati dal noi all’io. E cosi’ – avverte – rischiamo di perdere la guerra all’epidemia”.

“Gli assembramenti dello scorso fine settimana nelle nostre citta’ fanno riflettere. E scoraggiano”, dice Zaia. “Bisogna convincere i cittadini a rinunciare allo struscio. E contro gli assembramenti bisogna lavorare tutti insieme, a livello nazionale”. Sulla richiesta di chiusura totale avanzata dai medici, “il lockdown sarebbe una sconfitta, la conferma che non siamo stati capaci di rispettare regole basilari. Ma sarebbe una tragedia immane sotto l’aspetto economico”, sottolinea Zaia. “La salute dei cittadini viene prima di tutto. Ma non possiamo assistere nei prossimi mesi alla gente che si butta dai balconi per la disperazione”. In merito ai rapporti con il governo, “le regioni sono sempre state solidali e collaborative. Ogni provvedimento e’ passato all’unanimita’, mai nostri voti contrari. Ma sarebbe stato molto piu’ ‘igienico’, per usare un termine adatto a questi tempi, se prima della ripartizione per zone ogni regione fosse stata coinvolta. Se il governo dovesse fare una riclassificazione del Veneto, ecco, vorrei dire la mia”, conclude Zaia.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.