• Today is: domenica, Maggio 9, 2021

Italia e riaperture, Costa: “Le condizioni ci sono, ragionevole pensare di posticipare il coprifuoco”

Italia e riaperture, Costa: "Le condizioni ci sono, ragionevole pensare di posticipare il coprifuoco"

E’ una visione ottimista quella di Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, che in un’intervista a Cusano Italia Tv ha spiegato come in questo momento ci siano tutte le condizioni per una riapertura graduale. “Ci sono tutte le condizioni per riaprire gradualmente a partire dal 26 aprile”.

Costa ha poi fatto il punto della situazione sulla campagna vaccinale: “Le vaccinazioni stanno procedendo, un cambio di passo c’e’ stato, i dati dei ricoveri e delle terapie intensive stanno scendendo e continueranno ancora a scendere. E’ chiaro che da un lato ci vuole una grande responsabilita’ da parte dei cittadini, dall’altro ci vogliono piu’ controlli perche’ e’ giusto sanzionare chi non rispetta le regole e continuare a far lavorare chi le rispetta”, ha spiegato il sottosegretario. “Mi auguro – ha aggiunto – che non si torni piu’ indietro, siamo convinti che da qui in poi la situazione nel nostro Paese continuera’ a migliorare e si potra’ continuare ad aprire sempre di piu’. Ci veniva chiesta una discontinuita’ col passato e ci siamo assunti la responsabilita’ di fare questa scelta, nella consapevolezza delle tensioni nella societa’, con categorie economiche in ginocchio che aspettavano di poter tornare a lavorare. Non e’ un liberi tutti, e’ l’avvio di un percorso graduale”.

Costa ha poi spiegato che “il sistema dei colori rimane invariato, laddove ci dovesse essere un aumento di contagi si tornerebbe in fascia arancione o rossa”. E sul coprifuoco ha sottolineato: “Nel momento in cui decidiamo di riaprire ristoranti all’aperto, cinema e teatri, credo sia ragionevole pensare a posticipare l’orario del coprifuoco, c’e’ un dibattito in corso, mi auguro che prevalga il buonsenso. Non credo che spostare il coprifuoco di un paio d’ore possa incidere sul contagio in maniera cosi’ devastante”, ha concluso.

Alessandro Fucci
Alessandro Fucci