• Today is: venerdì, Gennaio 22, 2021

Iraq, è ancora caos: 6 morti dopo gli scontri tra manifestanti

Iraq, è ancora caos: 6 morti dopo gli scontri tra manifestanti

Sono almeno sei le persone rimaste uccise oggi a Najaf, nel sud dell’Iraq, durante gli scontri tra i sostenitori del predicatore sciita Moqtada al Sadr e i manifestanti che continuano a protestare contro le autorità. Lo riferiscono fonti mediche e di sicurezza citate dall’emittente satellitare “al Arabiya”, secondo cui vi sarebbero anche 53 feriti. I disordini sono scoppiati dopo che i sadristi hanno attaccato un sit-in dei dimostranti.

Gli scontri tra le due parti avevano già provocato un morto in settimana. Al Sadr, ex leader dei paramilitari dell’Esercito del Mahdi e capo della lista politica più votata alle ultime elezioni politiche (al Sairoon), ha appoggiato inizialmente la protesta contro il governo filo-iraniano di Adel Abdul Mahdi, facendosi vedere in piazza sin dallo scorso ottobre.

Negli ultimi giorni, tuttavia, il leader sciita ha cambiato la propria posizione parallelamente alla decisione del presidente della Repubblica, Barham Salih, di affidare all’ex ministro delle Finanze Muhammad Tawfiq Allawi la formazione di un nuovo governo al posto di quello del dimissionario Abdul Mahdi. Sadr, infatti, ha prima invitato i propri sostenitori ad abbandonare le proteste di piazza e successivamente ha invitato le autorità ad arrestare quanti continuano a bloccare le strade e a impedire le attività di scuole e altri edifici pubblici.

Buona parte dei manifestanti anti-governativi, infatti, non approva la nomina di Allawi, considerato troppo vicino all’e’lite che ha guidato il paese dopo la caduta del regime di Saddam Hussein, nel 2003. Nella giornata di ieri il premier designato ha incontrato decine di rappresentanti del movimento di protesta, ma il confronto non sembra aver prodotto esiti positivi.

Tag:,
Salvatore Fucci
Salvatore Fucci