• Today is: mercoledì, Dicembre 2, 2020

Il Brasile pronto a usare il vaccino anti Covid cinese, Bolsonaro si scontra con il governatore di San Paolo

brasile vaccino cinese anti covid

Il Brasile punta ad utilizzare un vaccino contro il Coronavirus prodotto in Cina: il programma di immunizzazione potrebbe cominciare gia’ nel gennaio 2021 e, se il piano fosse confermato, il Paese sarebbe tra i primi al mondo.

Il governatore dello Stato di San Paolo, Joao Doria, ha detto che il governo federale ha accettato di acquistare 46 milioni di dosi del vaccino CoronaVac. I primi risultati dello studio clinico “provano che, tra tutti i vaccini, il CoronaVac e’ il piu’ sicuro. E’ quello che presenta i migliori indici e i piu’ promettenti. E’ di fatto il vaccino piu’ avanzato in questo momento”.

Scontro Doria Bolsonaro sul vaccino Covid-19

Il governatore dello Stato piu’ ricco e industrializzato del Brasile e’ un ferreo difensore dell’obbligatorieta’ del vaccino, quando sara’ disponibile, e di recente ha ingaggiato un ‘duello’ politico con il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, che invece e’ tra i leader piu’ scettici sulla gravita’ del Coronavirus. Proprio lunedi’ Bolsonaro ha ribadito che “chi decide” sulla natura obbligatoria dei vaccini e’ il ministero della Salute: “C’e’ un governatore che si presenta come medico del Brasile e dice che sara’ obbligatorio, ma non lo sara'”, ha osservato, alludendo chiaramente a Doria, ex alleato politico con cui e’ in contrasto dallo scorso anno.

I dati del Covid-19 in Brasile

Il Brasile avuto quasi 5,3 milioni di casi Covid – il terzo Paese con i numeri piu’ alto al mondo dopo Stati Uniti e India – ed e’ secondo solo agli Stati Uniti in termini di decessi, con quasi 155 mila contagi registrati finora

Salvatore Fucci
Salvatore Fucci