• Today is: venerdì, Settembre 18, 2020

I pentiti tornano mafiosi e ricostruiscono un clan: 14 arresti a Messina

Super blitz della Polizia, scacco al clan Moccia-Tortora: 'decapitato' sodalizio camorristico

Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Cinque pentiti della mafia messinese tornano per riprendersi la città, ricostruiscono un clan e si danno alle estorsioni e al traffico di droga.  Sono 14 le persone arrestate in un blitz della polizia scattato all’alba, cinque sono ex collaboratori che già negli anni Ottanta e Novanta avevano segnato la storia criminale di Messina. Si itratta di Nicola Galletta, Gaetano Barbera, Salvatore Bonaffini, Pasquale Pietropaolo e Antonino Stracuzzi (risponde solo di detenzione e porto di armi).

Le indagini della squadra mobile della città dello stretto, coordinate dal procuratore Maurizio de Lucia, hanno bloccato una pericolosa riorganizzazione. Gli ex pentiti erano usciti dal programma di protezione, avevano incassato la somma prevista per legge ed erano tornati in Sicilia con intenti criminosi. Con intercettazioni, pedinamenti e analisi dei traffici telefonici  gli inquirenti hanno accertato l’esistenza di due organizzazioni criminali, una di tipo mafioso, l’altra con il principale scopo di trafficare in droga, legate tra loro da interessi illeciti comuni.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.