• Today is: lunedì, Novembre 30, 2020

Elezioni USA, Biden sempre più vicino alla vittoria: manifestazioni negli Stati Uniti

Elezioni USA, Biden sempre più vicino alla vittoria: manifestazioni negli Stati Uniti

Lo sfidante democratico Joe Biden fa un passo in avanti decisivo verso l’elezione a 46mo presidente degli Stati Uniti. A oltre 24 ore dalla chiusura dei seggi, infatti, nonostante regni ancora l’incertezza sull’esito finale, secondo i dati resi noti da alcuni media avrebbe conquistato il Michigan e i suoi 16 grandi elettori, dopo la vittoria in Wisconsin, avvicinando cosi’ la possibilita’ di raggiungere gia’ oggi quota 270 “grandi elettori”, potendo ora contare su 253 contro i 214 di Trump.

Biden ha rilasciato una dichiarazione affermando che “una volta finiti di contare tutti i voti, credo che saremo i vincitori”. Trump, invece, ha rivendicato la vittoria in Georgia, Pennsylvania e in North Carolina, “in ognuno dei quali c’e’ un grande vantaggio. In piu’, rivendichiamo il Michigan, dove e’ stato ampiamente riportato un grande numero di schede segretamente gettate”.

Al momento in Nevada Biden ha un vantaggio minimo, con l’86% delle schede scrutinate. In gioco ci sono anche i tre Stati citati da Trump, dove il vantaggio si e’ ridotto e quando mancano poche schede da scrutinare. Se dovesse essere dichiarata la vittoria di Biden in Nevada, comunque, il successo in questi tre Stati diventerebbe superfluo. Al momento sono stati scrutinati oltre 143 milioni di voti e il vantaggio di Biden nel voto popolare e’ di quasi 3,6 milioni.

Proteste negli Stati Uniti

Intanto ci sono state proteste in tutti gli Stati Uniti, mentre prosegue lo spoglio dei voti per le presidenziali nei pochi cruciali stati in bilico rimasti. Da una parte i manifestanti chiedono che ogni voto venga contato, dall’altra chi chiede che lo spoglio venga sospeso. A Portland, dove la manifestazione “count every vote” si è unita a una protesta sulla disparità razziale e la brutalità della polizia, sono arrivati gli agenti dopo che un gruppo di manifestanti ha cominciato a spaccare le vetrine dei negozi. A Minneapolis centinaia di persone hanno bloccato il traffico sulla Interstate 94 e la polizia ha eseguito vari arresti. Ma le manifestazioni hanno interessato anche Chicago, new York, Philadelphia e altre città. A Detroit una gruppo di manifestanti pro-Trump ha chiesto di interrompere lo spoglio, mentre i Arizona, stato in cui Trump è in svantaggio rispetto allo sfidante Joe Biden, i sostenitori del presidente hanno manifestato per chiedere di contare fino all’ultimo voto

Salvatore Fucci
Salvatore Fucci