• Today is: lunedì, Aprile 19, 2021

Dopo un anno di covid, il cartello della vergogna: “Attenzione, positivi in condominio”

“Attenzione!!! Ci sono positivi nel condominio. Massima cautela!!!”. A oltre un anno dall’inizio della pandemia, in Italia c’è chi lascia ancora cartelli del genere. Tacciati come appestati i residenti di un edificio  a Rozzano, popoloso comune alle porte di Milano. La foto-denuncia è stata postata su Facebook da Nadia Andrisano, vicepresidente dell’associazione di volontariato MultiSolidarietà.

“Cosa dicevamo un anno fa? Ne usciremo migliori.. sicuri? Questo è quello che accade all’esterno di un condominio…Un cartello scritto da chi pensa che il covid sia un’onta, qualcosa di cui vergognarsi. Una denuncia  ai danni dei vicini colpevoli di essere positivi, chiusi in quarantena nella loro casa, che solo per il fatto di esistere, si pensa possano nuocere al prossimo”, sottolinea. “Siamo ripiombati al tempo della peste. Aspetto la striscia rossa di vernice alla porta” aggiunge ricordando che: “Cartelli di questo tipo non sono legali“.

Poi la spiegazione: “La persona positiva del Covid-19 non è tenuta a comunicarlo all’amministratore, né ai singoli condomini; di conseguenza, anche l’amministratore, in caso di conoscenza “informale” di un caso di Covid-19, non è tenuto a darne diffusione del condomino contagiato agli altri condomini. In caso contrario, l’amministratore si esporrebbe ad eventuali conseguenze: azioni risarcitorie da parte della persona positiva al Covid- 19 e una sanzione da parte del Garante per trattamento illecito dei dati personali”. La famiglia vittima della delazione avrebbe così deciso di presentare una denuncia contro ignoti.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.