• Today is: venerdì, Aprile 23, 2021

Donna di 54 anni in terapia intensiva dopo il vaccino AstraZeneca, la famiglia: “Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti”

sonia battaglia

Si era vaccinata il primo marzo con una fiala di AstraZeneca (Lotto ABV5811) e attualmente è ricoverata in terapia intensiva all’ospedale del Mare di Napoli. Si chiama Sonia Battaglia, 54 anni, e la famiglia ha voluto lanciare un appello.

L’appello della famiglia di Sonia Battaglia

“Mia mamma non è morta ma abbiamo bisogno di un aiuto di tutti affinché possano vederla tutti i dottori”, queste le parole della famiglia di Sonia Battaglia. Proprio oggi l’Aifa ha precauzionalmente sospeso l’utilizzo del vaccino Astrazeneca. “Il giorno seguente al vaccino stava bene tanto che è andata a lavorare. – continuano i familiari nel post – Due giorni dopo ha avuto la febbre (nella norma rassicurati dalla dottoressa). Terzo giorno, mia mamma ha iniziato a vomitare senza sosta, abbiamo chiamato l’ambulanza e le hanno messo la flebo per recuperare tutti i liquidi che stava perdendo. Mia mamma dormiva in continuazione non riusciva a parlare, si addormentava mentre parlava”.

“Il giorno 12 sera abbiamo richiamato l’ambulanza la quale dopo aver controllato i parametri vitali si è rifiutata di portarla in ospedale e tenerla sotto controllo. La mattina seguente ovvero ieri 13 marzo ho chiesto a mia madre di muoversi e di alzare la gamba sinistra, lei era convinta di riuscire ad alzarla ma invece era totalmente immobile. L’ho presa in braccio e portata in pronto soccorso (ospedale del Mare di Napoli) dove è stata ricoverata d’urgenza per emorragia celebrale nel durante ha avuto anche un infarto”.

Tag:
Alessandro Fucci
Alessandro Fucci