• Today is: venerdì, Febbraio 26, 2021

Di Maio sale in cattedra: “Regole chiare, no governo tecnico”

Ponte di Genova, Di Maio: "Abbiamo promesso di non far gestire più le autostrade a Benetton"

“Le regole della democrazia sono molto chiare. La volontà popolare è rappresentata dalle forze presenti in Parlamento il cui mandato, ricevuto dagli elettori, non è stato quello di un governo tecnico ma, lo ribadisco, è stato quello di proporre un governo politico al Paese che rispondesse alle esigenze degli italiani”.

Queste le parole di Luigi Di Maio, ministro uscente degli Esteri, in un post su Facebook . “Nel 2018 il MoVimento 5 Stelle ha preso il 33% dei voti, in Parlamento siamo la forza politica più grande e come abbiamo già dimostrato, siamo determinanti. Ora dobbiamo mostrarci compatti, serve unità. Nessuno provi a dividerci”, ha aggiunto.

Intanto sempre in serata dal vertice Pd-Leu-Movimento 5 Stelle è emersa la volontà di non disperdere il patrimonio comune costruito con grande impegno, nell’ultimo anno e mezzo. “Un patrimonio fatto di temi e interventi già realizzati, di misure sulle quali abbiamo condiviso impostazioni e obiettivi” spiega il capo politico dei pentastellati Vito Crimi.

“Nel reciproco rispetto per le rispettive posizioni riguardo alla scelta di appoggiare un eventuale governo tecnico a guida Mario Draghi, abbiamo confermato la volontà di mantenere saldo quel leale rapporto che nel tempo è cresciuto e migliorato” ha aggiunto.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.