• Today is: venerdì, Settembre 25, 2020

Dal selfie al reparto ‘speciale’, è polemica per Briatore positivo al Covid

lavio BRIATORE è positivo al coronavirus. Il ricovero al San Raffaele di Milano è dovuto a una diversa patologia. Questo in sintesi quanto ha fatto sapere il nosocomio lombardo sulla situazione dell’imprenditore piemontese. “Flavio BRIATORE si è rivolto all’Ospedale per una specifica patologia diversa da Covid-19 e che è stato sottoposto prima del ricovero, come tutti i pazienti, al tampone rinofaringeo per il rilevamento del Coronavirus SARS-Cov-2 – ha fatto sapere il San Raffaele con una nota -. Il tampone è risultato positivo e di conseguenza al signor BRIATORE è stato applicato il protocollo standard che prevede l’isolamento e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale necessari in caso di positività, sia per la sicurezza del paziente, sia per la tutela del personale di reparto e degli altri pazienti ricoverati”. Per quanto riguarda le modalità di ricovero in un reparto “solventi” a pagamento, l’ospedale ha fatto sapere che rispondono “a tutti i requisiti di sicurezza necessari nel rispetto delle norme anti-contagio”.

BRIATORE è stato ricoverato per una presunta prostatite, aveva detto ieri sera Daniela Santanché, amica ed ex socia del proprietario del Billionaire di Porto Cervo, in Sardegna. Il locale, centro della movida della Costa Smeralda, è chiuso e sono stati effettuati i tamponi a tutti i dipendenti. Al momento sono risultati positivi 58 tamponi sui circa 90 effettuati. Uno dei dipendenti, il barman 59enne del locale, è attualmente ricoverato in terapia intensiva a Sassari. Le sue condizioni sono peggiorate al punto di dover essere intubato. Meglio sembra essere quindi andata a BRIATORE che insieme alla maggioranza dei dipendenti della discoteca sarda risulterebbero asintomatici. L’azienda sanitaria regionale ha iniziato a contattare le persone che hanno visitato il Billionaire in agosto per attivare le necessarie attività di screening previste in questi casi. Sempre ieri un caso di positività al Covid-19 era stato registrato in un altro locale della Costa, il Sottovento, dove una persona dello staff è risultata positiva.

Sempre in Sardegna preoccupa un altro focolaio registrato in un campeggio di Cannigione, l’Isuledda, dove durante il weekend erano stati registrati quattro casi di positività tra gli ospiti. Le autorità sanitarie regionali hanno avviato i controlli per i 150 dipendenti del camping, da cui è emerso che, al momento, sono risultati positivi in 61. In totale la struttura ha ospitato durante la stagione poco meno di duemila persone. Ieri in Sardegna erano stati registrati 34 nuovi casi di Covid.

Ed è doppia polemica dopo lo scoop dell’Espresso. Ha fatto discutere molto la foto scattata, pubblicata e poi rimossa dallo stesso Briatore sorridente mentre si trova nel letto dell’ospedale. L’imprenditore avrebbe pagato il nosocomio per stare in un reparto riservato.

Alessandra Bove
Alessandra Bove