• Today is: sabato, Gennaio 16, 2021

Critica gestione del coronavirus, dissidente cinese arrestato: era già in fuga da dicembre

Critica gestione del coronavirus, dissidente cinese arrestato: era già in fuga da dicembre

Ha criticato la gestione dell’epidemia del coronavirus da parte del presidente Xi Jinping ed è stato arrestato. Si tratta di un uomo che già aveva scontato quattro anni di carcere dal 2013 al 2017. A rivelare la notizia è stata Amnesty International.

L’uomo, Xu Zhiyong, che sarebbe un attivista anticorruzione, è stato fermato sabato. A dicembre, dopo che aveva partecipato a un incontro di dissidenti nella città di Xiamen (Sud-Est), si era dato alla fuga. Ciò nonostante aveva continuato a divulgare articoli contro il governo cinese e li diffondeva sui social network. Si trattava di vere e proprie denunce contro il regime comunista.

Xu lo scorso 4 febbraio aveva chiesto le dimissioni di Xi, accusandolo di non essere stato in grado di gestire l’epidemia del coronavirus. Ha criticato apertamente la sua gestione della guerra commerciale con gli Stati Uniti e delle manifestazioni a Hong Kong: “Mancano le forniture mediche, gli ospedali sono sopraffatti e molte persone infette non vengono sottoposte a screening, è un caos”, questo quanto si legge in uno dei suoi articoli.

 

Alessandro Fucci
Alessandro Fucci