• Today is: domenica, Settembre 27, 2020

Covid, due nuovi focolai: casi in una Rsa di Milano e al Phi Beach in Sardegna

Covid, due nuovi focolai: casi in una Rsa di Milano e al Phi Beach in Sardegna

Ventuno anziani e un operatore sanitario sono risultati positivi al coronavirus nella Rsa Quarenghi di Milano, alla periferia nord-ovest della città. Lo riporta il quotidiano ‘Il Giorno’ che in merito al nuovo focolaio rassicura: a ieri sera solo uno dei contagiati aveva i sintomi del Covid-19. Per tutti gli ospiti della struttura sono scattati i tamponi.

“Tutti i residenti della struttura sono stati immediatamente sottoposti a tampone; 20 anziani sono risultati positivi a Covid-19, ma completamente asintomatici. Dei 21 anziani positivi a Covid, soltanto 10 (di cui 9 asintomatici) sono stati trasferiti in ospedale. Gli altri positivi asintomatici sono in attesa di essere ricoverati non appena le strutture ospedaliere comunicheranno la disponibilità dei posti letto per ora riservati a casi di maggiore gravità”. E’ quanto si legge in un comunicato di Coopselios, cooperativa sociale che gestisce la Residenza sanitaria assistenziale ‘Quarenghi’ di Milano dove 22 persone sono risultate positive al Covid-19, 21 anziani e un operatore sanitario.

“La Rsa ‘Quarenghi’ può accogliere 140 anziani residenti in condizioni di non autosufficienza fisica e/o psichica. Nei giorni scorsi erano presenti complessivamente 123 ospiti quando uno di loro ha manifestato sintomi riconducibili a Covid; sottoposto a tampone nasofaringeo è risultato positivo ed è stato immediatamente trasportato in ospedale, così come previsto dalle nuove disposizioni emanate dalla Regione Lombardia in caso di contagio da Coronavirus”, continua il comunicato.

COSTA SMERALDA –

21 dipendenti della discoteca Phi Beach di Baja Sardinia, nel territorio di Arzachena (Sassari), sono risultati positivi al Coronavirus. Lo conferma il responsabile dell’Unità di crisi della Regione Sardegna Marcello Acciaro parlando a SkyTg24. “Si tratta delle persone più esposte con i turisti”, ha spiegato parlando di un “effetto mattatoio”. La discoteca aveva interrotto l’attività da giovedì. Nei giorni scorsi aveva chiuso un altro club della movida del nord dell’isola, il ‘Sottovento’ di Porto Cervo, dopo che due dipendenti erano stati contagiati. In precedenza si era fermato il ‘Bilionaire’, dove ben 63 lavoratori sono risultati positivi al tampone, tra i quali il titolare, Flavio Briatore.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.