• Today is: giovedì, Gennaio 28, 2021

Coronavirus, numeri allarmanti: “Casi fuori dalla Cina solo punta iceberg”

Coronavirus, sale il numero delle vittime ma diminuisce quello dei contagi

I casi di contagio del nuovo coronavirus tra persone che non sono mai state in Cina potrebbero essere solo “la punta dell’iceberg”. E’ quanto fa sapere il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel giorno in cui è stata inviata in Cina una “missione internazionale di esperti” per coordinare con le autorità locali la risposta all’emergenza.

“Ci sono stati inquietanti casi di diffusione del 2019nCoV da persone senza una storia di viaggio” in Cina, ha scritto in un tweet Tedros Adhanom Ghebreyesus utilizzando il nome scientifico provvisorio del virus. “L’individuazione di un piccolo numero di casi può indicare una trasmissione più generalizzata in altri Paesi. In sintesi, è possibile che stiamo vedendo solo la punta dell’iceberg”. La diffusione del virus fuori dalla Cina potrebbe accelerare: “Il contenimento rimane il nostro obiettivo, ma tutti i Paesi devono utilizzare la finestra di opportunità creata dalla strategia di contenimento per prepararsi al possibile arrivo del virus”.

Intanto sale a 910 il bilancio complessivo dei morti, la maggior parte in Cina, con le vittime di coronavirus che hanno superato di gran lunga quello della Sindrome respiratoria acuta grave (Sars), che ha ucciso 774 persone in tutto il mondo nel 2002-2003. I casi di contagio hanno superato quota 40.000 (40.171). Il numero degli stranieri contagiati, fa sapere Pechino, nel Paese è salito a 27.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.