• Today is: martedì, Novembre 24, 2020

Coronavirus, lunedì il Dpcm: lockdown territoriali e no a spostamenti tra Regioni

La Lombardia si prepara a nuove restrizioni ma Conte è fiducioso: "Non mi aspetto lockdown a Milano"

Verrà firmato lunedì 2 novembre il nuovo Dpcm con misure più restrittive. Dopo i vertici tra Governo e Cts di oggi, gli incontri proseguiranno domani e verrà chiamate in causa anche le regioni con il Comitato Tecnico Scientifico che in serata fornirà a breve l’elenco dei territori considerati più a rischio.

Dalla stretta, ovvero un lockdown, nei territori a rischio (soprattutto le aree metropolitane delle grandi città come Milano, Napoli, Roma, Torino) all’ipotesi dello stop agli spostamenti tra regioni, fatti salvi motivi di lavoro, salute e urgenza, così come ribadito dal ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia: “La necessità di una, due, tre settimane di stop in alcuni territori, perché l’indice Rt non è uguale dappertutto”. Secondo il ministro “in questo momento le aree interne non sono nella condizione delle aree metropolitane e nelle aree metropolitane – ha spiegato – c’è una maggior difficoltà perché è legata alla densità di popolazione. E questa cosa evidentemente, in questo momento, va spiegata bene e va rafforzata anche attraverso gli strumenti tecnologici di cui ci siamo dotati”, ha concluso.

 

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.