• Today is: lunedì, Settembre 21, 2020

Coronavirus, falsi documenti per il buono spesa: scoperti 154 furbetti

Più di 150 persone hanno prodotto falsi documenti per ottenere i buoni spesa del Comune, diretti alle famiglie indigenti per fronteggiare l’emergenza sociale causata dall’epidemia di Coronavirus.

La Guardia di Finanza di Bologna ha scoperto 154 false fatturazioni corrispondenti ad altrettante persone che hanno ricevuto il buono spesa, stanziato dal governo ed erogato dai comuni, pur non avendone diritto. Le fiamme gialle hanno infatti scoperto che i “furbetti”, residenti tra Bologna, Savena e Imola, hanno ottenuto i buoni spesa nonostante avessero nel proprio nucleo familiare persone che hanno ricevuto regolarmente lo stipendio nei mesi di marzo e aprile oppure il reddito di cittadinanza.

Queste persone ora saranno denunciate penalmente alla magistratura.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.