• Today is: lunedì, Gennaio 18, 2021

Coronavirus, Conte propone all’Unione europea la chiusura di tutti gli impianti sciistici: contraria l’Austria

Coronavirus, Conte propone alla UE la chiusura di tutti gli impianti sciistici: contraria l'Austria

Al fine di contenere la diffusione del coronavirus, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha proposto la chiusura degli impianti sciistici in tutta l’Ue durante le vacanze di Natale. Tuttavia, l’Austria, però, si oppone.

Perché l’Austria non vuole chiudere le piste da sci

In particolare, il ministro delle Finanze austriaco Gernot Bluemel ha dichiarato: “Disapprovo la proposta italiana di chiudere le stazioni sciistiche dell’Austria”. Per il Paese, le piste da sci rappresentano il 15 per cento del Pil e i loro proventi sono ancor piu’ necessari nella crisi attuale. Bluemel ha quindi aggiunto che, se l’Ue dovesse effettivamente chiudere le piste da sci, Vienna richiederebbe un risarcimento.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha rivolto un appello ai connazionali affinche’ non vadano a sciare durante le festivita’ natalizie al fine di contenere la pandemia. In tale situazione, ha sottolineato Conte, “non e’ possibile permettere le vacanze sulla neve”. Allo stesso tempo, il capo del Governo ha invitato gli Stati membri a concordare regole comuni per la chiusura degli impianti sciistici. In Italia, il settore genera un fatturato annuo di circa undici miliardi di euro, un terzo nei giorni tra Natale e Capodanno.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.