• Today is: martedì, Ottobre 27, 2020

Coronavirus, Boccia (Confindustria): “Subito liquidità alle imprese”

Evasione, Boccia bacchetta il governo: "Manette solo dopo le sentenze"

Il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia apprezza le parole del ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e concorda sulla necessità di far ripartire il tessuto produttivo attraverso un fondo di garanzia alle imprese che fornisca liquidità. “Deve essere chiaro che abbiamo di fronte due guerre, una al virus e una alla recessione che, come dice Mario Draghi, può trasformarsi in depressione”, spiega Boccia in diretta streaming su “Il Sole 24 ore” per la presentazione del rapporto del Centro Studi sulle previsioni di crescita dell’economia italiana nel 2020 e 2021. Il presidente di Confindustria aggiunge che questo fondo di garanzia per la liquidità delle imprese deve essere accessibile “sia alle più grandi, sia alle più piccole, perché nessuna può sopravvivere a legislazione vigente quando il fatturato tende a zero”. E quindi la proposta di Confindustria è che la creazione di questo fondo sia “immediata” perché “si deve evitare che la preoccupazione si trasformi in ansia e l’ansia in panico”. Nel frattempo il presidente comunica di aver appena spedito una lettera a tutti gli aderenti all’associazione affinché intanto paghino i fornitori. “E’ essenziale che non si interrompa la catena del valore”, spiega. Lo scopo del fondo di garanzia, da realizzare attraverso le banche, è quello di “tenere in vita il tessuto produttivo, dando la possibilità alle imprese di restituire il prestito a tassi molto bassi e nell’arco di 30 anni. Come per i prestiti di guerra”, specifica Boccia. Allo stesso modo, la proposta per quanto riguarda il debito pubblico, è che l’arco di tempo per la restituzione dell’indebitamento per la crisi sanitaria sia di 50 anni.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.