• Today is: venerdì, Ottobre 30, 2020

Coppia uccisa a coltellate, interrogato un uomo. L’autopsia: ferocia inaudita

Un uomo di 37 anni, residente ad Aradeo (Lecce) e di professione edicolante, è ascoltato in queste ore in Procura a Lecce in merito alle indagini sul duplice omicidio del giovane arbitro salentino Daniele De Santis e della fidanzata Eleonora Manta, uccisi a coltellate nella notte tra lunedì e martedì a Lecce, nel condominio del quartiere Rudiae dove viveva la coppia.

Secondo quanto riporta l’Ansa il suo nome di battesimo è Andrea, nome che coincide con quello riferito da alcuni testimoni residenti nella palazzina, che agli inquirenti hanno detto di aver sentito urlare da Eleonora quel nome nel tentativo di implorare l’assassino di fermarsi.

Dall’autopsia emergono ulteriori dettagli. L’esame autoptico ha confermato “la ferocia con cui l’omicida si è scagliato contro la donna”. A riferirlo è l’avvocato Mario Fazzini, legale della famiglia di Daniele De Santis, che assiste all’esame che viene condotto dal medico legale Roberto Vaglio a Lecce. In corso l’esame sul corpo del giovane arbitro.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.