• Today is: mercoledì, Gennaio 20, 2021

Catania, strage in campagna: un ferito e due morti uccisi a fucilate

Catania, strage in campagna: un ferito e due morti uccisi a fucilate

I corpi di due uomini uccisi a colpi di fucile sono stati trovati nelle campagne di contrada Xirumi, nella Piana di Catania, tra le province di Siracusa e del capoluogo etneo. Il duplice omicidio sarebbe collegato al ferimento del 36enne ricoverato in gravissime condizioni di salute al Garibaldi Catania con un colpo di fucile all’addome.

A sparare ai tre sarebbe stata la stessa persona. La polizia, che indaga, al momento esclude l’ipotesi mafia. Maggiormente accreditata è la pista della criminalità agricola. Le vittime trovate nelle campagne di contrada Xirumi sono Massimo Casella, di 47 anni, e Agatino Saraniti, di 29.

I due corpi sono stati rinvenuti a poche centinaia di metri l’uno dall’altro da familiari che li stavano cercando perché la notte scorsa non avevano fatto rientro a casa. Secondo una prima ricostruzione a sparare ai tre uomini – i due deceduti e il terzo rimasto ferito, Gregorio Signorelli, di 36 anni – sarebbe stata la stessa persona con la stessa arma: un fucile da caccia.

Per la squadra mobile di Catania, che indaga, la sparatoria potrebbe essere maturata nell’ambito di contrasti nel settore agricolo. Resta esclusa la pista della criminalità organizzata.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.