• Today is: venerdì, Aprile 23, 2021

Campania verso la zona rossa, De Luca e de Magistris: “Scelta inevitabile”

Si è registrato nelle ultime settimane un fortissimo incremento di positivi in Campania. Questo incremento è connesso alle varianti, soprattutto quella inglese. La Regione ha disposto la realizzazione di tamponi di massa nei Comuni nei quali si sono registrati maggiori incrementi di positivi, in modo particolare quelli dell’area vesuviana, tra i quali Castellammare, Pompei, Torre Annunziata.
Si è deciso di impegnare in un’azione straordinaria il Tigem e l’Asl Napoli1 per rendere quanto più puntuale e capillare l’individuazione delle varianti. E’ un lavoro indispensabile a fronte di una crescita del contagio che rende ormai inevitabile la “zona rossa” in Campania. Si è dato inoltre l’obiettivo di completare nel giro di una settimana la vaccinazione di tutto il personale scolastico.​

Nel bollettino di giovedì 4 marzo il numero di positivi accertato è di 2.780 (di cui 327 casi identificati da test antigenici rapidi) su 23.988 (di cui 4.102 antigenici). Dei nuovi casi di contagi sono 216 quelli sintomatici mentre il restante è asintomatico o paucisintomatico (sintomi lievi). Le persone decedute sono 40, di cui 21 accertate nelle ultime 48 ore mentre 19 morte in precedenza ma registrate ieri. Negli ospedali, tuttavia, rispetto al bollettino del giorno precedente si registrano 4 pazienti in più ricoverati: tre in terapia intensiva, uno nel reparto di degenza ordinaria. In isolamento domiciliare ci sono ben 81.461. Il tasso di positività è risalti all’11,59%, ieri era al 7,96%, ovvero su 100 tamponi processati più di 11 sono risultati positivi.

Lo stesso sindaco di Napoli Luigi de Magistris conferma: “In Campania e anche a Napoli i contagi sono in crescita, purtroppo sono in crescita anche i ricoveri nei reparti ordinari, nelle subintensive e nelle terapie intensive. Credo che la zona rossa sia in qualche modo inevitabile se questo continua ad essere il trend”. Lo ha ribadito il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine del Consiglio comunale di questa mattina. “Mi sembra, guardando i dati degli ultimi giorni – aggiunge il sindaco – che gran parte dell’Italia sia attraversata dalla terza ondata. Mi sembra che si parli di zona rossa, anzi se si hanno dati in questa direzione forse meglio che lo si faccia prima e non dopo per preparaci ad una primavera più tranquilla”.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.