• Today is: sabato, Ottobre 24, 2020

Campania e Lombardia a rischio. Ricciardi: “Hanno dormito”

Brescia, movida fuori controllo: l'ira del Presidente Fontana

“Siamo sulla lama di un rasoio, se non interveniamo subito tra due o tre settimane rischiamo di ritrovarci come in Francia, Spagna e Gran Bretagna”. A dirlo, in un’intervista alla Stampa, è Walter Ricciardi, consigliere del ministro Speranza e professore ordinario di Igiene all’Università Cattolica, dopo il boom di nuovi casi di coronavirus di ieri in Italia. “Se non rinforziamo l’attività di testing con uomini e tamponi, se non attrezziamo i servizi sanitari in vista dell’influenza, siamo nei guai”, spiega. “Le persone contagiate devono essere indirizzate esclusivamente nei Covid hospital, ma bisognava aver già allestito Pronto soccorso dedicati ai sospetti Covid e prevedere percorsi separati dentro gli ospedali per evitare pericolose commistioni. Molte regioni però si sono addormentate e si è fatto poco o nulla. Ora con i ricoveri per influenza negli ospedali si rischia il caos”. I numeri ci dicono che siamo ancora in una fase di contenimento, nella quale rispettando bene le regole che ci siamo dati possiamo invertire il trend. Altrimenti saremo costretti a passare alla fase di mitigazione, con chiusure a livello locale”. Lo dice, in un’intervista alla Stampa, Walter Ricciardi, consigliere del ministro Speranza e professore ordinario di Igiene all’Università Cattolica. Dopo il boom di contagi, Campania e Lombardia sono le regioni più a rischio, “e questo implicherebbe il divieto di spostamento da e per la regione. Ma dobbiamo assolutamente evitarlo”. Per quanto riguarda bar e ristoranti, “il problema non sono gli orari ma il rispetto delle regole che ci sono già. Se non le faccio rispettare è un problema, tanto prima che dopo le 23”.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.