• Today is: lunedì, Agosto 10, 2020

Calciatore soffoca il figlio malato di Covid-19: “Non l’ho mai amato”

Calciatore soffoca il figlio malato di Covid-19: "Non l'ho mai amato"

E’ una vicenda tremenda quella che è accaduta in Turchia, dove Cevher Toktas, calciatore 32enne, ha confessato di aver ucciso suo figlio 11 giorni fa. Il bambino era ricoverato presso l’ospedale pediatrico di Bursa, quando il padre gli ha tolto la vita soffocandolo.

Ai medici aveva detto di aver avuto una crisi respiratoria e, nonostante i dottori avessero provato a salvargli la vita, per il piccolo non c’era più nulla da fare. Considerato le condizioni in cui era il bambino, nessuno aveva sospettato una simile atrocità. Poi il padre, probabilmente colto dai rimorsi, ha deciso di confessare tutto alla polizia.

Potrebbe essere stato colto da un grave esaurimento nervoso che l’avrebbe spinto a compiere l’atroce omicidio. Secondo quanto riportato dalla stampa turca, invece, il padre avrebbe detto di non aver mai amato quel bambino e di non aver alcun problema con l’altro figlio o con la moglie. Accusato di omicidio, rischia l’ergastolo.

 

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.