• Today is: mercoledì, Ottobre 21, 2020

Blitz in Comune, arrestato sindaco e sodali: posti di lavoro in vendita per 50mila euro

Posti di lavoro in vendita per 50mila euro. E’ quanto emerge in una inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza di Napoli e coordinata dalla procura delle Repubblica di Nola che questa mattina ha portato all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale bruniano, nei confronti di quattro indagati e del divieto di dimora in Campania nei confronti di altri due. Le accuse, a vario titolo, sono di associazione a delinquere e corruzione.

Destinatari della misura cautelare il sindaco diSant’Antastasia (comune in provincia di Napoli) Raffaele Abete, eletto lo scorso aprile, il segretario generale dello stesso
Comune vesuviano Egizio Lombardi, il consigliere comunale Pasquale Iorio e un imprenditore, rappresentante legale di una Società Cooperativa con sede legale e operativa a Salerno. I quattro sono ritenuti partecipi, con distinti e precisi ruoli, a un sodalizio criminoso finalizzato – secondo quanto ricostruito dalla Procura di Nola –  alla commissione di più delitti contro la Pubblica Amministrazione, atti contrari ai doveri di ufficio in cambio di utilità personali.

Nelle indagini, partite lo scorso mese di febbraio, sarebbero emerse specifiche ipotesi di corruzione in relazione ad alcune procedure concorsuali indette dal comune di Sant’Anastasia per gli incarichi nell’amministrazione. Il sindaco Abete, il segretario Lombardi e il consigliere Iorio si sarebbero avvalsi delle competenze tecniche del rappresentante legale di una società cooperativa, imprenditore con una vasta esperienza nel campo della gestione di concorsi pubblici, per alterare e condizionare i risultati delle prove concorsuali pubbliche.

Nello specifico le indagini si sono concentrate sulla messa in ‘vendita’ di due posti comunali in cambio di soldi: uno, categoria C, da istruttore amministrativo, valutato 30mila euro (somma che veniva promessa agli indagati ma poi non versata con la conseguente non assegnazione del posto di lavoro); uno, categoria D, da istruttore direttivo contabile dietro pagamento di 50mila euro. Somma versata successivamente dalla vincitrice, sottoposta insieme al marito (complice nella vicenda corruttiva) alla misura cautelare del divieto di dimora nella regione Campania.

 

 

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.