• Today is: venerdì, Gennaio 22, 2021

Aurora, 16enne morta dopo visita al pronto soccorso: indagato medico

C’è un primo indagato per la morte di Aurora, la ragazza di soli 16 anni trovata morta nel suo letto dai genitori sabato scorso. Aurora, giovane di Montefiascone in provincia di Viterbo, il giorno precedente aveva accusato un malore. Portata dai genitori in pronto soccorso le era stato diagnosticato un “semplice” attacco di panico.

Dopo alcuni accertamenti la giovane era stata quindi dimessa. Aurora non avrebbe lamentato problemi prettamente fisici e per questo era stato deciso di instradarla su un percorso di assistenza di tipo psicologico. Il primo appuntamento con lo psicologo avrebbe dovuto avere luogo ieri.

Oggi viene iscritto nel registro degli indagati un medico dell’Ospedale di Belcolle dove la ragazza era stata visitata venerdì: “Nell’ambito delle attività investigative relative al decesso della giovane Aurora G. avvenuto nella notte tra venerdì 14 e sabato 15 febbraio – si legge in una nota diffusa dalla procura e dai carabinieri – è stato notificato un avviso di garanzia a un medico dell’ospedale di Belcolle al fine di poter effettuare, con le tutele di legge, tutte gli accertamenti necessari”.

All’iscrizione si è arrivati grazie ad acquisizioni testimoniali e documentali. Ieri è stato effettuato l’esame autoptico sulla salma. Da questo esame dovrebbero arrivare elementi utili per stabile le cause esatte della morte della ragazza, avvenuta a soli 16 anni. Nel corso dell’attività istruttoria verranno eseguiti anche i prelievi per gli esami tossicologici per accertare se la ragazza avesse assunto qualche sostanza che potrebbe essere ricollegata al decesso. Ipotesi quest’ultima che sembra comunque ivverosimile visto che i genitori affemrano di non aver lasciato Aurora mai da sola nelle ultime ore immediatamente precedenti la tragedia.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.