• Today is: venerdì, Aprile 23, 2021

AstraZeneca e i casi di trombosi rare, l’esperto: “Escludere le donne under 55”

Sospensione AstraZeneca, parla direttore generale Aifa: "E' sicuro, è stata una scelta di tipo politico"

Il rapporto “rischi-benefici” è positivo ma l’ideale sarebbe escludere le donne under 55 dal vaccino AstraZeneca. A sostenerlo è Armando Genazzani, professore ordinario di Farmacologia all’Università del Piemonte Orientale e rappresentante italiano nel Comitato per l’approvazione dei farmaci dell’Ema.In una intervista rilasciata al La Stampa, Genazzani ricorda che “entro mercoledì si concluderanno gli approfondimenti sui rarissimi casi di trombosi cerebrale che hanno colpito soprattutto giovani donne. È plausibile che questi eventi abbiano una correlazione con AstraZeneca”.

Ma, “come dimostra l’esperienza inglese, è più efficace del previsto, ma ha un rarissimo effetto collaterale sulle giovani donne”. Sull’uso di AstraZeneca, l’Ema – l’agenzia europea del farmaco – suggerirà di valutare in base alla situazione pandemica nazionale e alla disponibilità di vaccini”.

“Ciò non toglie – conclude Genazzani – che il rapporto rischi-benefici resti positivo e che in una situazione di scarsità si possa dare a tutti, anche se l’ideale sarebbe escludere le donne under 55”. Poi bacchetta i Paesi che hanno limitato il vaccino dell’azienda anglo-svedese senza avere a disposizione dati completi. “Si sono mossi senza tutti i dati. Solo l’Ema ha il quadro completo, compreso quello del Regno Unito, il più grande laboratorio sul tema”.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.