• Today is: giovedì, Novembre 26, 2020

Allarme Coronavirus in Italia, parla Variati: “Lockdown generale sarebbe catastrofe ma non si esclude niente”

Allarme Coronavirus in Italia, parla Variati: "Lockdown generale sarebbe catastrofe ma non si esclude niente"

Cambiano i toni rispetto a un possibile lockdown generalizzato. Questo è ciò che si evince da un’intervista del sottosegretario all’Interno, Achille Varaiati.

“Il lockdown generalizzato sarebbe un danno terribile, l’Italia precipiterebbe in una buca da cui sarebbe troppo difficile rialzarsi. Ma ora non si può escludere nulla”, queste le parole di Variati su Radio Capital. Sulla polemica di troppi Dpcm firmati nel giro di pochi giorni, ha spiegato: “Perché tre Dpcm in 12 giorni? La curva epidemiologica andava troppo veloce, serviva una correzione immediata. Non si poteva aspettare”.

Variati si è soffermato anche sulle proteste contro le misure anti-contagio: “Sono preoccupato per le manifestazioni. Le proteste dei commercianti sono legittime, ma quello che è successo a Napoli o Torino non ha niente a che fare con queste proteste. Isoliamo i violenti, sono dei delinquenti, è gentaglia. Chi fa danni al patrimonio pubblico si può chiamare solo delinquente”.

“L’atteggiamento della polizia nelle manifestazioni di piazza non deve essere quello di cercare lo scontro. Poi ad un certo punto l’ordine pubblico va garantito. La polizia deve cercare di isolare questa gentaglia prima che scendano in piazza. Se fossi stato un commerciante, avrei fatto sentire la mia voce. Ma bisogna essere consapevoli – ha concluso Variati – che se si va avanti così avremo problemi a dare un letto a chi non riesce a respirare. Il governo ha cercato di preservare la grande produzione, toccando la socialità”.

Redazione
Redazione

Il Rinascimento Magazine è un contenitore web di news Italiane ed Estere, con rubriche e approfondimenti su Food, Hi-Tech, Moda, Cultura e Tendenze.